Drone per il controllo ambientale

Veneto, droni utilizzati per monitoraggio e controllo dell’ambiente

I droni diventano ogni giorno di più uno strumento utile nell’attività lavorative, professionali e non. Ultimo utilizzo dei droni è nella delicata vicenda della contaminazione da PFAS nelle falde acquifere e nelle acque di alcuni comuni nelle province di Padova, Verona e Vicenza. Le due aziende regionali AVEPA e ARPAV hanno definito, con un’apposita convenzione, l’uso di droni a fini di monitoraggio e controllo ambientale nel territorio della Regione Veneto.

AVEPA dispone di un drone in grado di rilevare con risoluzione al suolo di 5CM/pixel una superficie di circa 50 ettari con un volo di circa 30 minuti. Il drone è provvisto di diverse fotocamere digitali per il rilievo georeferenziato in modalità RGB, infrarosso e multispettrale.

AVEPA è l’unico ente pubblico certifica ENAC per il volo con il drone e dispone di una propria squadra di piloti addestrati: attraverso le competenze congiunte delle due agenzie, si potrà garantire una mappatura del territorio e la costruzione di modelli per il monitoraggio e il controllo di fenomeni di rilevanza ambientale che possono costituire pericolo o minaccia per la salute dei cittadini, oltre che per il benessere e la salute dell’ecosistema.

La post-elaborazione effettuata da AVEPA restituirà ortofoto e dati aerofotogrammetrici mappe 3D e 2D, modelli a nuvola di punti, modelli del terreno e modelli della superficie, curve di livello, ortomosaici) attraverso i quali elaborare informazioni su tali fenomeni, consentendo di intervenire in modo più puntuale, rapido ed efficace per il contenimento dei danni ambientali e dei rischi per la salute delle persone e degli animali.

Attraverso la post-elaborazione effettuata da Avepa delle immagini catturate dal drone, è infatti possibile restituire ortofoto e dati aerofotogrammetrici (mappe 3D e 2D, modelli a nuvola di punti, modelli del terreno e modelli della superficie, curve di livello, ortomosaici) con cui elaborare informazioni su tali fenomeni, consentendo interventi più puntuali, rapidi ed efficaci per per evitare o ridurre i danni ambientali o i rischi per la salute delle persone e degli animali.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *