Google Skybender

Google Skybender, droni ad energia solare per diffondere il 5G

Connessione internet senza fili 40 volte più veloce dell’attuale 4G? E’ quella che diverrà la prossima tecnologia 5G ed è in fase di sperimentazione al cosmodromo “Spaceport America” in New Mexico. Ma cosa c’entra un cosmodromo?

La tecnologia, proprietaria di Google, funziona “in volo”, sperimentando trasmissioni radio a onde millimetriche, uno spettro di frequenze diverso da quello usato dai cellulari e attualmente sovraffollato. Queste onde usano come “ripetitori” velivoli “opzionalmente pilotati”, chiamati Centauro, a guida sia manuale che autonoma, e i droni di Google Titan, ottenuti dopo l’acquisto da parte di Google della startup Titan Aerospace. Titan produce droni a energia solare con apertura alare fino a 50 metri.

Questa innovativa tecnologia di “Mobile Hotspots” è al momento allo studio del Darpa, l’agenzia Usa preposta allo sviluppo di tecnologie per uso militare. Presto il cielo sarà pieno di droni per consentirci navigazione a banda ultra-larga?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *