Lily Camera Drone

CES 2016, tutte le novità dal mondo dei droni

Droni super intelligenti, droni da trasporto, come l’Ehang 184: vivremo a breve in un mondo di droni. Tante sono le novità che provengono dai diversi marchi leader del settore.

Parrot Disco

Parrot ha presentato Disco, il primo drone ad ala fissa, in grado di decollare e atterrare in completa autonomia. Autonomia che è di ben 45 minuti, dato che le ali fisse consentono di ridurre di molto il consumo di energia elettrica. Può essere interfacciato con visori per la realtà aumentata, come l’Oculus Rift. Raggiunge circa 80Km/h e grazie al Parrot SkyControllor si può governare a grandi distanze.

Ha anche presentato il Bepop 2, quadricottero per il tempo libero, compatto (500 gr di peso) e con 25 minuti di autonomia. Si controlla via WiFi tramite smartphone o tablet. Dotato di una fotocamera digitale con lente fisheye stabilizzata, registra video in FullHD. Raggiunge circa 60Km/h in orizzontale e 21Km/h in verticale. Il prezzo è stato fissato per 549euro per il mercato italiano.

Lo si può già trovare su Amazon.

Sale
Parrot Bebop 2 Drone, Bianco
42 Recensioni
Parrot Bebop 2 Drone, Bianco
  • Fotocamera Fisheye da 14 megapixel, controllo visione a 180°
  • Registra video in Full HD 1080p
  • Avanzato sistema di stabilizzazione video a 3 assi

Lily è uno dei droni più attesi. E’ una sorta di cameraman robotico. Basta impostarlo, lanciarlo in aria e Lily segue l’azione. Lo si controlla attraverso un braccialetto dal quale si può impostare il tipo di riprese: può seguire, precedere o girare attorno al soggetto, effettuando video FullHD a 60fps e foto a 12 Megapixel. E’ impermeabile, decolla dall’acqua, ha un’autonomia di circa 20 minuti e una velocità massima di 40 Km/h.

In casa DJI, leader cinese del mondo dei droni, è stata presentata la nuova versione del suo drone più venduto: il Phantom 3 4K. Arriverà sul mercato a breve e sarà il primo drone con riprese a 4K sotto i 900 dollari. Il nuovo Phantom 3 4K migliora di molto la qualità di ripresa, ma trasmette le immagini a terra attraverso WiFI e non il sistema DJI Lightbridge: ciò riduce la distanza di trasmissione, comunque molto alta, pari a 1,2 Km




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *